19 novembre 2018
Aggiornato 22:30

Sicurezza a San Giovanni: controlli impeccabili nelle piazze, ma attorno è far west

Per accedere a piazza San Carlo, piazza Castello e via Roma controlli scrupolosi e impeccabili. Nelle zone limitrofe il caos: torinesi salgono sulle Porte Palatine per vedere i droni
Due facce della stessa medaglia: sicurezza impeccabile in piazza, un disastro nelle aree limitrofe
Due facce della stessa medaglia: sicurezza impeccabile in piazza, un disastro nelle aree limitrofe (Diario di Torino)

TORINO - San Giovanni 2018 è ormai un ricordo. Se lo spettacolo dei droni ha diviso, tra chi ha apprezzato l’innovazione e chi invece rivendica già un ritorno ai fuochi e alla tradizione, un aspetto importante da analizzare è quello relativo alla sicurezza: i Torinesi, a un anno da piazza San Carlo, sono tornati in piazza. 35.000 i presenti in piazza Castello, piazza San Carlo e via Roma. Controlli scrupolosi e minuziosi, promossi a pieni voti. Attorno alla zona contingentata però, per assistere allo spettacolo dei droni, si è creato il far west, con persone arrampicate in ogni dove pur di vedere un oggetto luminoso in cielo.

VARCHI IN CENTRO, PROMOSSA LA SICUREZZA - I varchi, aperti dalle 15:00, hanno permesso di controllare in maniera impeccabile i presenti. Un vero trionfo, perché non c’è stato alcun problema di ordine pubblico. Tra vie di fuga, cartellonistica precisa e un forte impiego di addetti alla sicurezza, tutto si è svolto per il meglio. Un po’ di coda ai varchi nelle ore serali e tanta delusione per le persone rimaste fuori, ma l’organizzazione ha permesso ai presenti di vivere un evento in totale sicurezza. Nessun vetro, nessun oggetto pericoloso. La serata è filata liscia come l’olio: i Torinesi ne avevano bisogno.

ZONE LIMITROFE, SCENE DA FAR WEST - Se in centro la gestione della sicurezza può considerarsi promossa a pieni voti, lo stesso non si può dire delle zone limitrofe all’area contingentata. Le tante persone rimaste fuori, nel disperato tentativo di vedere un drone luminoso, si sono arrampicate più o meno ovunque: cartelloni, bidoni, pali. Il peggio si è visto alle spalle di Palazzo Reale, alle Porte Palatine, dove decine di persone si sono arrampicate sul monumento storico nella speranza di vedere lo spettacolo organizzato dal Comune. Nessun rispetto per le Porte Palatine e il loro valore, nessun controllo: gli addetti alla sicurezza erano impegnati a controllare la zona contingentata e i varchi. Attorno, l’anarchia. 

I varchi, gestione perfetta della sicurezz

I varchi, gestione perfetta della sicurezz (© Diario di Torino)

Le Porte Palatine prese d'assalto dai torinesi: nessun controllo in questa zona

Le Porte Palatine prese d'assalto dai torinesi: nessun controllo in questa zona (© Diario di Torino)