21 novembre 2018
Aggiornato 08:00

Metro a Torino, la progettazione della linea 2 passa anche dai non residenti 

«Necessario per consentire di raccogliere spunti anche da quanti, tra coloro che vivono nei territori limitrofi alla città, saranno fruitori del nuovo mezzo di trasporto», così Maria Lapietra
Metro 2 a Torino
Metro 2 a Torino (ANSA)

TORINO - Il portale DECIDITORINO.IT mediante il quale tutti i cittadini possono visionare il progetto della linea 2 della metropolitana è stato reso accessibile, per la presentazione di domande o commenti, anche ai non residenti a Torino. 

METRO - «Tale estensione è in funzione da oggi» ha spiegato Maria Lapietra, assessora comunale ai Trasporti, «ed è necessaria per consentire di raccogliere spunti anche da quanti, tra coloro che vivono nei territori limitrofi alla città, saranno fruitori del nuovo mezzo di trasporto». Contemporaneamente, il Comitato Spontaneo Metro Due Torino Nord continua a chiedere che sia individuata come prioritaria la realizzazione del lotto Stazione Rebaudengo (stazione di collegamento con l’aeroporto e la linea Torino Ceres nonché stazione ferroviaria sull’asse Torino Milano)-Ospedale Giovanni Bosco (hub regionale per tutta l’area nord metropolitana) -Manifattura Tabacchi-Vanchiglia-Campus Einaudi. A questo scopo è in corso una petizione, registrata ufficialmente al Consiglio comunale.