Cronaca | cronaca

E' morto a 92 anni don Carlo Carlevaris: fu il primo prete operaio

Dopo l'esperienza come cappellano di fabbrica, decise di diventare prete operaio dopo essere stato licenziato, come cappellano, dagli stabilimenti FIAT

E' morto a 92 anni don Carlo Carlevaris
E' morto a 92 anni don Carlo Carlevaris (Shutterstock.com)

TORINO - E’ stato il primo prete operaio italiano, una figura di spicco degli anni Cinquanta, cappellano di fabbrica a Beinasco. Don Carlo Carlevaris si è spento all'ospedale Cottolengo di Torino, alla veneranda età di 92 anni. Dopo l'esperienza come cappellano di fabbrica, durata dieci anni (dal 1952 al 1962), decise di diventare prete operaio dopo essere stato licenziato, come cappellano, dagli stabilimenti FIAT di Torino nel 1962 perché giudicato non funzionale alla politica dell'azienda.

IL PRIMO PRETE OPERAIO - Si impegnò per venti anni in fabbrica come operaio, militante sindacale nella Cisl, dal ‘67 all'86. Nel 1967, a seguito di un suo appello agli studenti del Seminario di Rivoli, molti chierici iniziarono a lavorare in fabbrica. Dopo il ritiro dall'attività Carlevaris rimase sempre presente nella vita religiosa torinese: nel 2005 ha espresso pubblicamente la sua opinione contraria alla costruzione della Chiesa del Santo Volto, pronunciandosi contro l'opportunità di stanziare 12 milioni di euro per una costruzione del genere, essendoci a Torino situazioni di povertà a cui questo denaro poteva essere rivolto.