Pistole sparite dell’armeria: licenza sospesa dal Questore di Torino

Due pistole mancanti e altre irregolarità in una nota armeria: scatta la chiusura temporanea dell’esercizio commerciale

Pistole sparite dell’armeria: licenza sospesa dal Questore di Torino
Pistole sparite dell’armeria: licenza sospesa dal Questore di Torino ()

RIVOLI - Controllo a sorpresa in una nota armeria di Rivoli ubicata in viale Partigiani d’Italia: il Questore di Torino ha sospeso per 30 giorni la licenza al locale, gestito da un cittadino italiano di 53 anni. A notificare il provvedimento sono stati gli agenti del Commissariato di Rivoli. I controlli hanno evidenziato come mancassero due pistole assunte a registro. Nel corso di precedenti controlli, inoltre, si era accertato che non era stata prodotta la documentazione prevista per legge delle movimentazioni giornaliere delle armi e che non erano state osservate le necessarie cautele per la custodia delle armi in vendita. Due vetrine ove le armi erano esposte risultavano aperte e la rastrelliera a carello per le armi lunghe non risultava fissata in modo da essere eventualmente asportata. Inoltre, era emerso che il titolare, per le operazioni di riparazione, non aveva fatto le registrazioni previste dalla legge. Per il fatti esposti, il titolare dell’armeria era anche stato deferito all’autorità giudiziaria.