20 novembre 2018
Aggiornato 22:00

Il Torino fa la spesa a Palermo

I granata sono pronti a buttare un occhio in serie B per potenziare la squadra
Il centravanti macedone del Palermo, Nestorovski, potrebbe passare al Torino
Il centravanti macedone del Palermo, Nestorovski, potrebbe passare al Torino (ANSA)

TORINO - Non soltanto titolari, ma anche qualche rincalzo per rendere più completa e competitiva la rosa a disposizione di Walter Mazzarri. E' questo l'obiettivo del Torino per la campagna acquisti estiva, con il traguardo europeo fissato dal tecnico toscano e la voglia di ben figurare sia in campionato che in Coppa Italia, aprendo un ciclo come già accaduto all'allenatore granata sia alla Sampdoria e sia al Napoli. Il modulo 3-5-2, di classico stampo mazzarriano, prenderà il posto del 4-3-3 dello scorso anno, con la volontà di aumentare il tasso tecnico dell'organico ed acquistare solamente calciatori funzionali al progetto, badando più alla sostanza che al nome, come dimostra la trattativa per il ritorno di Bruno Peres, naufragata dopo i tentennamenti del brasiliano.

Occhio fra i cadetti

No, Mazzarri vuole solamente gente motivata e grintosa, che voglia emergere o affermarsi. E poco importa se qualcuno dei nuovi (soprattutto di coloro che andranno ad allungare numericamente la rosa) arriverà dalla serie B. Già, perchè gli occhi del Torino si stanno posando anche sulla seconda divisione nazionale, in particolar modo sul Palermo che, dopo aver mancato la promozione, sarà costretto a cedere i suoi pezzi più pregiati, primo fra tutti il macedone Nestorovski che potrebbe essere l'ideale riserva degli attaccanti titolari granata. Attenzione anche ad Antonino La Gumina, promessa del vivaio palermitano, centravanti con grande istinto del gol e buona tecnica, giovane e con margini di miglioramento impressionanti; su La Gumina, oltre al Torino, c'è il forte interesse anche di Sampdoria e Bologna. Infine un altro macedone, Aleksandar Trajkovski, centrocampista offensivo, duttile tatticamente, utilizzabile sia sulla linea di centrocampo che in attacco, pedina utilissima nello scacchiere di Mazzarri. Con l'offerta giusta ed un paio di contropartite tecniche, il Torino potrebbe anche fare l'en-plein, portando in Piemonte tutti e tre i calciatori, regalando a Mazzarri rincalzi adatti per formare un organico all'altezza delle altre contendenti ad un posto in Europa.