18 settembre 2018
Aggiornato 15:23

Olympic «addio» a Torino: i negozi di piazza San Carlo chiuderanno

Dopo oltre 80 anni di presenza sul territorio torinese, lo storico marchio pronto a chiudere i battenti: i dipendenti sono già stati avvisati. Una scelta che conferma il declino di piazza San Carlo?
Olympic «addio» a Torino: i negozi di piazza San Carlo chiuderanno
Olympic «addio» a Torino: i negozi di piazza San Carlo chiuderanno (ANSA)

TORINO - Olympic lascia piazza San Carlo: dopo 81 anni di onorato servizio, lo storico negozio di abbigliamento chiuderà i battenti entro la primavera del 2019. Aperto nel 1937 (in piazza Vittorio), il marchio era arrivato nel »Salotto di Torino» nel 1962 e tra pochi mesi lo abbandonerà per sempre. L’annuncio non è ufficiale, ma lo storico proprietario di Olympic, Luca Di Masi, lo ha già comunicato ai dipendenti di entrambi gli esercizi commerciali di piazza San Carlo, sia quello per bambini che quello per adulti.

CHIUDE OLYMPIC IN PIAZZA SAN CARLO - Come detto, la decisione non è ufficiale, e potrebbe essere oggetto di ripensamento. Un ripensamento che, al momento, non sembra contemplato da Di Masi. Quali sono i motivi di questo addio? Il proprietario non li ha resi noti, ma voci di corridoio raccontano di una volontà di non portare avanti la passione del papà Francesco, scomparso qualche mese fa. Qualcuno spera che nuovi proprietari possano farsi avanti per acquistare il marchio e «salvare» di conseguenza i negozi. Anche in questo caso si tratta di una speranza più che di una soluzione concreta. Una cosa è certa: entro la primavera 2020, piazza San Carlo potrebbe perdere un marchio storico, punto di riferimento negli anni per l’acquisto di abbigliamento di qualità. Il Salotto di Torino, perdendo il marchio d’abbigliamento, confermerebbe il lento declino che negli ultimi anni lo ha visto perdere appeal e ospitare fatti di cronaca tragici. Storie che la città vuole lasciarsi alle spalle. Intanto Olympic saluta Torino, sperando sia solo un «Arvedvze».