Sport | Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo alla Juventus, i bianconeri possono acquistare CR7? L’analisi

Tra costi altissimi, clausole miliardarie e ipotesi di ricavi, la Juventus prova a realizzare quello che da molti è stato definito il «colpo del secolo». Cristiano Ronaldo può davvero arrivare a Torino? Analizziamo la situazione

Cristiano Ronaldo alla Juventus, i bianconeri possono acquistare CR7? L’analisi
Cristiano Ronaldo alla Juventus, i bianconeri possono acquistare CR7? L’analisi (ANSA)

TORINO - «Cristiano Ronaldo è un nuovo giocatore della Juventus». E’ questa la frase che da giorni i tifosi bianconeri continuano a ripetere come un mantra nelle loro teste. Parole che inizialmente suonavano come sogno irrealizzabile, ma con il passare delle ore sembrano diventare una possibilità concreta. Ma la Juventus può davvero permettersi Cristiano Ronaldo? I Campioni d’Italia hanno davvero i soldi per realizzare quello da molti definito il colpo del secolo? Proviamo a fare due calcoli. Per rispondere a questa domanda bisogna analizzare il bilancio della Juventus, il peso economico di CR7 e le indiscrezioni riportate dai media sportivi italiani e spagnoli circa i dettagli del trasferimento: costo del trasferimento e ingaggio proposto al calciatore. Proviamo a fare due calcoli.

CRISTIANO RONALDO, COSTO DEL CARTELLINO - La montagna da scalare per arrivare a CR7 è questa. Cristiano Ronaldo ha una clausola di 1 miliardo di euro, un prezzo inaccessibile a chiunque che la Juventus non ha alcuna intenzione di pagare. I media spagnoli sono convinti del fatto che tra l’asso portoghese e Florentino Peres, presidente del Real Madrid, ci sia una sorta di gentlemen’s agreement che consentirebbe a Cristiano Ronaldo di liberarsi a un prezzo «accessibile», pari al suo valore del cartellino. Una cifra reale potrebbe essere quindi 105, 2 milioni di euro: un valore che non è altro che la media tra quanto stabilito dai due principali provider di valutazioni dei calciatori, CIES e Trasnfermarkt. Nelle ultime ore, pare però che Florentino voglia guadagnare una cifra leggermente superiore e questo avrebbe provocato un rallentamento nella trattativa. Marotta vuole chiudere alla cifra sopracitata.

La rovesciata di Ronaldo allo Juventus Stadium

La rovesciata di Ronaldo allo Juventus Stadium (© ANSA)

CRISTIANO RONALDO, L’INGAGGIO - Capitolo ingaggio: la Juventus avrebbe proposto a Cristiano Ronaldo un contratto di quattro anni, fino al 2022. La cifra versata dai bianconeri all’asso portoghese è altissima: 30 milioni di euro netti all’anno, per un totale di 120 milioni in quattro anni. Le cifre, come detto, sono nette e non lorde. L’ingaggio lordo toccherebbe i 68,42 milioni di euro. A tutti pare difficile che la Juventus abbia la forza economica per sostenere un simile costo, ecco perché molto probabilmente l’ingaggio sarà coperto in parte da contratti di sponsorizzazioni (si parla di Adidas, Fca, Herbalife e Ferrari, ma senza conferme ufficiali). Non è chiaro se l’operazione preveda l’intervento di Exor, quel che è certo è che le regole del fair play finanziario sono molto rigide: i calciatori possono ricevere un compenso per sponsorizzazioni da aziende esterne, purché siano collegate al club e che le remunerazioni siano in linea con i valori di mercato.

CRISTIANO RONALDO-JUVENTUS, AFFARE POSSIBILE? - In conclusione, la Juventus può permettersi Cristiano Ronaldo? Alle cifre sopra indicate, sì. Ecco come: l’arrivo di CR7 avrebbe un impatto di 94,27 milioni di euro a stagione in termini di costi, considerando la quota di ammortamento da iscrivere a bilancio. Per far quadrare i conti, la Juventus deve cercare di far crescere i ricavi di una cifra superiore ai 100 milioni di euro nella stagione 2018/2019. L’impatto di Cristiano Ronaldo sui ricavi della Juventus sarà quindi decisivo. Quanto vale quindi CR7: tra merchandising, nuovi accordi di sponsorizzazione con nuove aziende, abbonamenti maggiorati e prezzi singoli dei biglietti, la Juventus potrebbe quindi rientrare almeno in parte dell’investimento. Non va poi trascurata la parte legata ai risultati sportivi, soprattutto in Champions League: i bianconeri dovranno cercare di andare il più possibile in là nella competizione europea, cercando di ottenere la cifra più alta. A quel punto va considerata l’ultima variabile, quella delle cessioni: eventuali introiti potrebbero arrivare dalla vendita di alcuni giocatori. Attualmente i nomi più caldi sono quelli di Gonzalo Higuain e Daniele Rugani. Dalla loro cessione potrebbero arrivare 90 milioni di euro circa, senza considerare il risparmio su entrambi gli ingaggi (molto pesante soprattutto quello del Pipita). Insomma, in attesa di capire se Florentino Peres abbasserà le pretese, la Juventus pare avere tutte le carte in regola per acquistare Cristiano Ronaldo e realizzare l’affare del secolo.