22 settembre 2018
Aggiornato 12:30

«Ti ammazzo» e punta un coltello alla gola della moglie: arrestato marito violento

Minacce, botte, aggressioni sul lavoro e a casa: dopo anni di violenze, il marito ubriaco è stato fermato dagli agenti della polizia
«Ti ammazzo» e punta un coltello alla gola della moglie: arrestato marito violento
«Ti ammazzo» e punta un coltello alla gola della moglie: arrestato marito violento ()

TORINO - E’ finita con la manette ai polsi la serie di violenze perpetrate da un marito violento e ubriaco ai danni della propria moglie. La donna, dopo minacce, botte, aggressioni sul lavoro e a casa, è stata salvata da un intervento della Squadra Volante, che ha fermato il marito e lo ha arrestato per maltrattamenti in famiglia.

VIOLENZE E ARRESTO - Più volte la donna aveva provato a separarsi dal marito, allontanandolo da casa. L’uomo, fortemente dipendente dall’alcol, era però sempre riuscito a riappacificarsi con promesse di cambiamento, ovviamente sistematicamente disattese. Le violenze erano sempre ricominciate, ma nell’ultimo periodo erano addirittura diventate sempre più frequenti: il marito maltrattava la moglie anche sul posto di lavoro, oltre che tra le mura domestiche. Qualche sera fa, l’intervento dei poliziotti: quando gli agenti sono entrati in casa, la donna era appena stata minacciata di morte con un coltellaccio da cucina puntato alla gola. La donna presentava ferite, lividi ed escoriazioni. L’uomo è stato immediatamente arrestato.