21 novembre 2018
Aggiornato 04:30

I poliziotti di Torino utilizzeranno il taser: al via la sperimentazione approvata da Salvini

La sperimentazione era stata annunciata da Matteo Salvini e dal capo della polizia, Franco Gabrielli. I poliziotti svolgeranno un corso per utilizzarlo in sicurezza
I poliziotti di Torino utilizzeranno il taser: al via la sperimentazione approvata da Salvini
I poliziotti di Torino utilizzeranno il taser: al via la sperimentazione approvata da Salvini (ANSA)

TORINO - I poliziotti torinesi saranno equipaggiati con il taser. La notizia è ufficiale: il capoluogo piemontese, insieme ad altre dieci città (Milano, Napoli, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia e Brindisi) sarà una delle città in cui verrà sperimentato l'utilizzo dell'arma di difesa che fa uso dell'elettricità. La sperimentazione, approvata da un decreto, era già stata annunciata dal capo della polizia Franco Gabrielli e dal ministro dell'Interno, Matteo Salvini.

SALVINI: «IMPORTANTE DETERRENTE» - E' stato Matteo Salvini stesso, negli scorsi giorni, a difendere questa sperimentazione contro le tante voci che si erano levate per protestare contro l'uso del taser: «Si tratta di un importante deterrente, un'arma di dissuasione non letale». Secondo Salvini, il taser può ridurre i rischi d'incolumità degli agenti. Quel che è certo è che saranno 30 le pistole elettriche lasciate in dotazione alle forze dell'ordine. Attualmente il taser oltre agli Stati Uniti è infatti in dotazione alle forze di polizia di più di 100 paesi. I poliziotti svolgeranno un corso specifico per poterlo usare in totale sicurezza.