Cronaca | Sciopero

Sciopero Gtt di 24 ore il 16 luglio, i sindacati: «Insopportabile l’atteggiamento della sindaca»

I sindacati in un comunicato: “Riteniamo ormai insopportabile l’atteggiamento della sindaca, per l’assoluta indolenza politica verso i lavoratori di Gtt, relativamente anche alla totale mancanza di dialogo e confronto tra le parti”

Sciopero Gtt il 16 luglio
Sciopero Gtt il 16 luglio ()

TORINO - Le segreterie dei sindacati Cisl, Cgil e Uil continano a essere preoccupati per il futuro lavorativo di molti dipendenti di Gtt e così lunedì prossimo, il 16 luglio, torna lo sciopero dei mezzi pubblici. Uno stop di 24 ore del settore trasporto che coinvolge bus, tram, metropolitana e treni. «Riteniamo ormai insopportabile l’atteggiamento della sindaca», dicono all’unanimità i sindacati in un comunicato, «per l’assoluta indolenza politica verso i lavoratori di Gtt, relativamente anche alla totale mancanza di dialogo e confronto tra le parti».

FASCE PROTETTE - Come ogni sciopero anche lunedì saranno garantite le fasce protette e quindi il passaggio dei mezzi pubblici in determinati orari:

- Servizio urbano e suburbano e metropolitana: dalle ore  6.00 alle ore  9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00;

- Autolinee extraurbane e Servizio Ferroviario (sfm1 – Canavesana e sfmA – To – aeroporto – Ceres): da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30.

PERCENTUALI ADESIONE - L’ultimo sciopero, quello del 22 giugno scorso, ha visto l’adesione del 22% dei dipendenti Gtt. Un dato che si inserisce in una media che ha visto il suo picco di adesione il 10 novembre 2017 con il 41% (sciopero di 24 ore) e del 38% in quello del 23 settembre 2017. Il dato minore l’11 aprile scorso quando lo sciopero di 4 ore vide un’adesione del 13%.