Fermato il «Re delle slot machine»: evasione milionaria grazie a più di 200 macchine in Piemonte

Un business redditizio e per la maggior parte nascosto al fisco: l’imprenditore, un cinese di 40 anni, era riuscito a far arrivare le proprie slot ovunque in Piemonte

Fermato il «Re delle slot machine»: evasione milionaria grazie a più di 200 macchine in Piemonte
Fermato il «Re delle slot machine»: evasione milionaria grazie a più di 200 macchine in Piemonte ()

PIEMONTE - Milioni di euro evasi grazie a circa 200 slot machine presenti in tutto il Piemonte. E’ stato fermato dalla Guardia di Finanza di Torino, in collaborazione con i colleghi di Ivrea, un imprenditore di origine cinese di 40 anni, vero e proprio «Re delle video slot».

LE INDAGINI - L’uomo è il proprietario di centinaia di macchine e gestisce un bar nel Canavese, dove in un locale attiguo sono comunque presenti una decina di slot: un business capace di generare diversi milioni di euro, la buona parte nascosti al fisco. I Finanzieri lo hanno denunciato per occultamento e distruzione della documentazione fiscale. I Baschi Verdi, attraverso minuziosi riscontri presso i clienti, sono comunque riusciti a ricostruire l’enorme volume d’affari, certificando l’evasione milionaria. L’indagine ha riguardato la totalità delle slot, distribuite nella provincia di Torino e di Cuneo. L’amministratore è stato segnalato alla Procura della Repubblica e rischia il sequestro di tutti i beni a lui riconducibili.