Cartelloni illeggibili e sporcizia: dopo 12 anni in che condizioni è la metropolitana?

Inaugurata il 4 febbraio 2006, i segni del tempo iniziano a vedersi sulla metropolitana. I vagoni rimangono perfetti, ma le stazioni?

Cartelloni illeggibili e sporcizia: dopo 12 anni in che condizioni è la metropolitana?
Cartelloni illeggibili e sporcizia: dopo 12 anni in che condizioni è la metropolitana? (Diario di Torino)

TORINO - Sono passati ormai più di 12 anni dal 4 febbraio 2006, una data che inizialmente potrà non voler dire molto a ogni torinese ma che con ogni probabilità ha a che fare con ognuno di noi: il 4 febbraio 2006 è il giorno in cui è stata inaugurata la metropolitana di Torino. Se è vero che oggi si parla sempre di più del prolungamento della linea 1 tra Lingotto e Bengasi e della linea 2 della metropolitana, in che stato versa attualmente la «metro»?

CARTELLONI ILLEGGIBILI - Come molti ci hanno fatto notare, pur essendo una metropolitana all’avanguardia rispetto a quelle delle altre città europee, i segni del tempo iniziano a essere visibili anche agli occhi meno attenti. I convogli rimangono il fiore all’occhiello, sempre puliti e ordinati. Lo stesso non si può dire delle 21 stazioni dissipate lungo i 13 chilometri di percorso: certo, gli oltre 150.000 passeggeri giornalieri sono un bel banco di prova, ma le stazioni iniziano a risultare sporche, con qualche vizio strutturale reso più evidente durante le giornate di pioggia. Uno dei dettagli che balza subito all’occhio riguarda la cartellonistica: fuori dall’ingresso delle stazioni, il cartello che riporta il nome della stazione stessa è pressoché illeggibile ovunque. Il nero dello smog ha ricoperto le lettere. Se per un torinese non rappresenta un problema, per un turista un cartellone illeggibile potrebbe senz’altro rappresentare un disagio.