19 settembre 2018
Aggiornato 22:30

Olimpiadi 2026, le minoranze mettono alle strette Appendino: «Sosteniamo la candidatura di Torino»

I copogruppo di minoranza in Consiglio Comunale chiedono così alla prima cittadina, Chiara Appendino, di venire alla scoperto sul tema della Olimpiadi
(ANSA)

TORINO - «Pieno e incondizionato sostegno alla candidatura della Città di Torino come sede dei Giochi Olimpici Invernali del 2026» recita così l'ordine del giorno, firmato dai capogruppo in Consiglio Comunale di PD, Lega, Moderati, Forza Italia, Noi con l'Italia, Lista Civica per Torino e Lista Civica Morano. «Riteniamo necessario procedere nell'espressione della volontà politica su questo punto» proseguono gli esponenti delle forze politiche che, manifestano l'intenzione di portare l'atto in votazione. 

OLIMPIADI - La minoranza chiede così alla prima cittadina, Chiara Appendino, di venire alla scoperto sul tema della Olimpiadi. Nella sera di ieri, mercoledì 11 luglio, i consiglieri grillini si sono espressi molto negativamente rispetto alle 13 condizioni imprescindibili espresse dal CONI alle tre città italiane candidate. L'ordine del giorno presentato dai capogruppo  Lo Russo, Ricca, Magliano, Napoli, Tresso, Morano e Rosso contiene le 13 linee e rischia perciò di non essere ppoggiato proprio da alcuni membri della maggioranza. Non da meno però, l'atto contiene anche i 12 punti presentati come imprescindibili dal gruppo consigliare del M5S.