19 ottobre 2019
Aggiornato 12:00
Politica

Entro agosto almeno una palazzina dell'ex Moi libera, la richiesta di Salvini ad Appendino

La sindaca di Torino, Chiara Appendino, ha incontrato al Viminale il ministro dell'Interno, Matteo Salvini. I due hanno parlato di sicurezza, immigrazione e controllo del territorio cittadino

TORINO - Non c'è più tempo, bisogna agire. A chiederlo è il ministro dell'Interno Matteo Salvini che nel pomeriggio di ieri ha incontrato a Roma la sindaca di Torino Chiara Appendino con cui ha parlato dei temi di sicurezza, immigrazione e controllo del territorio cittadino. Ovviamente su questo il discorso non poteva non ricadere sulle ex palazzine olimpiche occupate di via Giordano Bruno, quelle su cui l'amministrazione Appendino aveva promesso degli interventi risolutivi e che invece, fino a oggi, hanno portato solo allo sgombero dei sotterranei nel novembre scorso, sotterranei prontamente rioccupati.

ENTRO FINE AGOSTO - Qual è stata la richiesta di Salvini quindi? Il leader della Lega e rappresentante del Governo ha chiesto ad Appendino di liberare almeno una palazzina intera entro agosto. Non in modo forzato, ma con un piano condiviso con gli occupanti al fine dI trovare una soluzione. Pare che non manchino al momento le adesioni alla ricollocazione, ma che al contempo siano state fatte richieste extra come un lavoro a tempo indeterminato e diversi anni di assistenza. Ciononostante entro agosto si richiede lo sgombero di un'intera palazzina, anche perché non è possibile svuotarne una per metà, o tutta o si passa a un'altra.