15 dicembre 2018
Aggiornato 17:00

Ufo nel cielo del Canavese a giugno, l'Aeronautica svela l'arcano

Sono stati due Tornado, impegnati in un'esercitazione, a provocare la notte del 6 giugno il bagliore e il forte boato percepito da numerosi cittadini nei cieli di Corio Canavese
Due tornado nel cielo del Canavese a giugno
Due tornado nel cielo del Canavese a giugno (ANSA)

CORIO CANAVESE - La vicenda è arrivata anche in Parlamento con un'interrogazione del Pd, ma ora l'arcano potrebbe essere stato risolto. Nella notte del 6 giugno scorso nel Canavese, tra Corio e le Valli di Lanzo, diversi cittadini avevano segnalato "due aerei militari che inseguivano un ufo" dopo aver visto un bagliore seguito da un forte boato. Per capire cosa fosse successo, non essendoci spiegazioni in quel momento, la Procura di Ivrea aveva anche aperto un fascicolo, senza indagati né ipotesi di reato. La spiegazione però arriva dall'Aeronautica: quella notte due caccia Tornado erano impegnati in un'esercitazione. "Al momento non possiamo entrare nei dettagli tecnici, la nota dell'Aeronautica verrà valutata dai carabinieri", ha commentato il procuratore di Ivrea, Giuseppe Ferrando.