21 ottobre 2019
Aggiornato 04:00
Sergio Marchionne

Sergio Marchionne in terapia intensiva: è in condizioni irreversibili

Il manager è ricoverato presso l’ospedale universitario di Zurigo. John Elkann scrive ai dipendenti: «Sergio non tornerà»
Sergio Marchionne in terapia intensiva: è in condizioni irreversibili
Sergio Marchionne in terapia intensiva: è in condizioni irreversibili ANSA

TORINO - «Sergio non tornerà più», parola di John Elkann. Si sono aggravate le condizioni dell’ormai ex manager di Fca, ricoverato in terapia intensiva all’ospedale universitario di Zurigo. Sergio Marchionne è in condizioni irreversibili, anche se la notizia non è ancora stata confermata dall’azienda. 

SERGIO MARCHIONNE, LE CONDIZIONI - Entrato in ospedale da oltre tre settimane per un’operazione alla spalla destra, Marchionne non è più uscito da quell’ospedale sulle colline, vicino al lago di Zurigo. Al suo capezzale vi sono la compagna Manuela Battezzato e i due figli, Alessio Giacomo e Jonathan Tyler. Nessun commento da parte della famiglia e nelle ultime ore anche da Fca, dopo la lettera scritta da John Elkann ai dipendenti, vige il massimo riserbo. Le condizioni sarebbero quindi stazionarie ma gravi. Su internet intanto è corsa alla notizia, tra titoli ad effetto e smentite rapide: quel che è certo, come confermato dai vertici di Fca è che Marchionne non tornerà in azienda. Da tutta Italia e da tutto il mondo si sono levati messaggi di incoraggiamento e stima verso un manager tanto discusso quanto apprezzato, oggi impegnato nella battaglia più difficile mai affrontata: quella per la vita.