9 dicembre 2019
Aggiornato 09:00
Eclissi

Venerdì l’eclissi di luna più lunga del secolo: 5 posti magici da cui vederla a Torino

Il mondo si prepara all’eclissi di luna più lunga del secolo: dove vederla a Torino? Ecco i cinque posti da cui si vedrà meglio lo spettacolo in cui appariranno anche Venere, Giove, Saturno e Marte

TORINO - 27 luglio 2018, tra le 21:30 e le 23:13: Torino si prepara a vivere l’eclissi di luna più lunga del secolo, un evento atteso con ansia in tutto il mondo. Si tratta di uno spettacolo unico, perché in concomitanza con l’eclissi sarà possibile vedere a occhio nudo ben quattro pianeti (Giove, Venere, Saturno e Marte) e la stazione spaziale. La domanda sorge quindi spontanea, dove vedere l’eclissi di luna a Torino?

DOVE VEDERE L’ECLISSI - Inevitabilmente, a Torino vi sono posti migliori e posti peggiori in cui guardare l’eclissi di luna. Dopo aver chiesto un parere a Valerio Minato, fotografo che anche grazie alla luna ha dato vita a scatti favolosi, abbiamo selezionato per voi alcune location imperdibili e altre da evitare. Va specificato come la luna si farà vedere all’orizzonte già in penombra, leggermente eclissata. L’apice dovrebbe vedersi dopo le 21:30. La luna sorgerà a est/sud-est. Dove vedere quindi l’eclissi a Torino?

- Piazza Vittorio: è forse la location migliore per diversi motivi. Innanzi tutto è la più ampia e facilmente accessibile, inoltre permette di ammirare la luna spuntare dietro la collina. L’assenza di edifici nella traiettoria, dovrebbe permettere di godersi lo spettacolo a lungo, magari ammirando anche le luci della Gran Madre. 

- Parco del Valentino: come sopra, sarà bellissimo vedere l’eclissi sulla collina. Anche qui, se si esce dagli alberi e si arriva fino in riva al Po, lo spettacolo sarà assicurato. Certo, l’ideale è trovare una zona senza ostacoli, che non limiti la vista. Più ci si avvicina al fiume e quindi alla collina, minore sarà il tempo utile per godersi l’eclissi.

- Turin Eye: cosa dire del Turin Eye, il punto più alto di Torino? Qui alcuni fortunati potranno ammirare l’eclissi totale, dall’inizio alla fine. Forse è il punto migliore, ma l’unico lato negativo è la poca accessibilità: durante la serata, dall’aperitivo alla cena, passando per l’eclissi, sono in programma una serie di eventi imperdibili.

- Parco della Colletta: vale lo stesso discorso fatto per il parco del Valentino. Gli spazi grandi, senza troppi ostacoli ravvicinati, consentono di ammirare la luna in tutto il suo splendore. Per chi si trovasse lontano dal centro, è un validissimo compromesso.

- Superga: viene naturale dire Superga, eppure va specificato come chi volesse ammirare l’eclissi deve recarsi sul colle, ma non sul piazzale che «si affaccia» su Torino. Da quel lato si rischierebbe di non vedere nulla, se non per pochi minuti. Per chi salirà a Superga, il consiglio è quello di guardare dalla parte opposta, verso la valle di Chieri e il Monferrato. Lì sarà meraviglioso guardare l’eclissi.

- Monte dei Cappuccini da evitare: qualcuno ha proposto il monte dei Cappuccini. Non c’è niente di più sbagliato. Avete letto bene. Il Monte dei Cappuccini si trova troppo a ridosso della collina, ostacolo «naturale» tra voi e la luna. Da quel punto specifico, la luna si vedrà verso la fine e per pochi minuti. Non commettete l’errore di recarvi lì.

L’ECLISSI DI LUNA - L’eclissi lunare si verifica solo ed esclusivamente a una condizione: che il sole, la terra e la luna siano perfettamente allineati. Perché la luna si tingerà di rosso? Il nostro satellite assumerà una colorazione simile quando attraverserà l’ombra proiettata sul nostro pianeta. In questa fase infatti, la luce solare colpisce l’atmosfera e viene assorbita per poi essere irradiata verso l’esterno. La luce blu viene più colpita e filtrata dall’atmosfera: quello che rimane è quindi la luce rossa. L’intensità del rosso dipende dalla presenza di acqua e particelle presenti nell’atmosfera.