23 settembre 2019
Aggiornato 06:30
Ventimiglia-Torino

Guasto al treno, 300 passeggeri sotto al sole: sette ore per arrivare da Ventimiglia

Il guasto riguardava le porte e, a detta di Trenitalia, questo è stato provocato da un viaggiatore. Fermato il convoglio alla stazione di Loano, i passeggeri sono stati portati prima a Savona e poi a Torino con una coincidenza

LOANO - Con il caldo di questi giorni rimanere in piedi sotto il sole non è la cosa migliore che si possa fare. Eppure è quello che sono stati costretti a fare circa 300 passeggeri che stavano rientrando a Torino da Ventimiglia quando, arrivati a Loano, sono stati fatti scendere dal treno (il regionale 10137) per colpa di un guasto non meglio specificato. Un disagio non da poco per chi era salito sul convoglio alle 15.25 sperando di arrivare a Torino alle 19.35. E invece dalle 17 alle 18.15 in 300 hanno atteso l'arrivo del regionale successivo che, invece che portarli direttamente nel capoluogo piemontese, li avrebbe "traghettati" fino a Savona dove, con una coincidenza, tutti sarebbero potuti arrivare a destinazione.

PARTENZA DA SAVONA - Alle 18.15, con un'ora e un quarto di ritardo sulla tabella di marcia, i viaggiatori hanno lasciato Loano in direzione di Savona. Un viaggio faccio per la maggior parte dei presenti in piedi o seduti per terra. Alle 19.54 finalmente la coincidenza con l'arrivo di un treno regionale partito da Ventimiglia e diretto a Torino. Quest'ultimo è arrivato in stazione infine alle 22, con due ore e mezza di ritardo.

ATTO VANDALICO - Trenitalia ha spiegato il perché dello stop del treno alla stazione di Loano. Si è trattato di un guasto alle porte provocato da un viaggiatore, quindi un atto vandalico che ha costretto a fermare il convoglio.