18 ottobre 2019
Aggiornato 00:30
Corso Giulio Cesare

Sotto accusa un'agenzia di viaggi di Torino, sarebbero stati truffati oltre 200 clienti

Il 20 novembre è prevista l'udienza preliminare con imputato il titolare dell'agenzia di viaggi "Lina Viaggi" di corso Giulio Cesare. Avrebbe truffato oltre 200 clienti, perlopiù famiglie marocchine
Truffati circa 200 clienti
Truffati circa 200 clienti Shutterstock

TORINO - Il titolare dell'agenzia di viaggi "Lina Viaggi" di corso Giulio Cesare, un cittadino marocchino di 33 anni, è finito sotto processo con l'accusa di truffa. Secondo il pubblico ministero Elisa Pazè, che ha coordinato l'inchiesta, nella vicenda ci sarebbero circa 200 connazionali raggirati: prenotava i biglietti e, una volta ricevuto il pagamento dai clienti, disdiceva i ticket per intascarsi i soldi. Spesso veniva annullato solo il viaggio di ritorno con diverse persone rimaste anche bloccate in patria.

UDIENZA PRELIMINARE - Dopo la richiesta di rinvio a giudizio, l'udienza preliminare è stata fissata per il prossimo 20 novembre. Come detto, ci sono circa 200 parti offese, famiglie perlopiù marocchine che si erano affidate all'agenzia di corso Giulio Cesare proprio perché gestita da un connazionale. Ovviamente mai avrebbero immaginato di poter essere truffate. E invece pare sia andata proprio così. Ora la "palla" passa ai giudici.