21 ottobre 2019
Aggiornato 04:00
Guardia di finanza

Dalla Francia con un chilo di eroina nello stomaco, in manette una ragazza di 28 anni

E' stata fermata dalla guardia di finanza al terminal bus di corso Vittorio Emanuele II. Portata alle Molinette ha evacuato 35 ovuli, i primi di oltre una settantina

TORINO - La guardia di finanza ha arrestato una donna nigeriana di 28 anni che ha viaggiato dalla Francia a Torino con una settantina di ovuli di eroina purissima nello stomaco. La ragazza era a bordo di una nota linea di autobus low cost provenienti dal paese d’oltralpe quando, scesa al terminal bus di corso Vittorio Emanuele II, ha attirato l'attenzione dei finanzieri con un atteggiamento molto agitato, tanto che la situazione è stata approfondita.

OVULI ALLE MOLINETTE - La ventottenne è stata accompagnata all'ospedale Molinette e lì gli esami diagnostici hanno confermato i sospetti degli inquirenti: prima di partire la giovane aveva ingerito molti ovuli di eroina. E infatti poco dopo ne ha evacuati 35. Arrestata per traffico di sostanza stupefacente, è stata portata in carcere alle Vallette dove ha evacuato altri 37 ovuli per un totale di un chilogrammo di eroina purissima sequestrata.

FENOMENO DEGLI 'OVULATORI' - Negli ultimi mesi la guardia di finanza ha arrestato una decina di corrieri, i cosiddetti "ovulatori». Gli ovuli, generalmente, sono fatti di plastica e cera e vengono ingoiati dai corrieri di droga nel tentativo di evitare i controlli per entrare in quei paesi dove la vendita della sostanza stupefacente rende di più. Una volta superati i controlli i corrieri, con l’aiuto di lassativi, provvedono al "recupero" della droga.