19 ottobre 2019
Aggiornato 11:30
CRONACA

Picchiano ragazzo gay in San Salvario, fermati due aggressori

Il giovane, un 19enne, era stato aggredito perché omosessuale. Dopo giorni di indagini, la polizia ha trovato due persone responsabili delle violenze

TORINO - Gli aggressori del ragazzo omosessuale picchiato selvaggiamente in San Salvario sono stati identificati: dopo giorni di indagini, la polizia è riuscita a individuare due persone facenti parte del gruppo. Ora rischiano una denuncia per lesioni e discriminazione.

L'AGGRESSIONE - L'episodio ha scosso il quartiere, tanto che domani è in programma una manifestazione per dire "no" a ogni forma di discriminazione. Il giovane, aggredito e scaraventato a terra sotto gli occhi di tutti, è stato ricoverato in ospedale e dovrà rinunciare al viaggio di maturità tanto sognato con gli amici a causa di una clavicola rotta e di un piede fratturato. Proseguono le indagini per capire cos'abbia scatenato la violenza del branco: la polizia, aiutata dalle telecamere di videosorveglianza di Gtt e dei locali, darà una risposta a ogni dubbio.