19 ottobre 2019
Aggiornato 11:00
CRONACA

Uomo di 42 anni muore in Commissariato durante un controllo: «Colpa della cocaina»

Il medico legale presume che il decesso possa essere riconducibile alla troppa sostanza stupefacente assunta prima del controllo. L’uomo è morto nell’ufficio, davanti agli agenti
Uomo di 42 anni muore in Commissariato durante un controllo: «Colpa della cocaina» (immagine archivio)
Uomo di 42 anni muore in Commissariato durante un controllo: «Colpa della cocaina» (immagine archivio) ANSA

TORINO - Dramma nel Commissariato Barriera Milano di via Botticelli: nella tarda serata di ieri un uomo italiano di 42 anni è morto all’interno degli uffici della polizia dopo aver accusato un malore. L’uomo, tossicodipendente, era stato portato in Commissariato in seguito a un controllo. Nonostante la tempestiva chiamata al 118, per lui non c’è stato nulla da fare: il 42enne è morto davanti ai poliziotti.

IL FERMO E LA MORTE - Sul posto è intervenuto il medico legale: i primi accertamenti svolti dalla Polizia di Stato inducono a ritenere che il decesso sia riconducibile alla pregressa assunzione di cocaina da parte del deceduto. L’uomo infatti era stato fermato durante un’operazione di controllo del territorio fuori dal Caffè degli Artisti di corso Vigevano. In tasca aveva della droga e si era presentato davanti ai poliziotti in evidente stato di alterazione: per questo motivo era stato accompagnato al Commissariato per accertamenti. E’ entrato in via Botticelli sulle sue gambe e non ne è uscito vivo, stroncato molto probabilmente dalla sua dipendenza.