10 dicembre 2018
Aggiornato 17:00

Villar Perosa, il 12 agosto invasione bianconera per Ronaldo: paese blindato per la Juve

Quest'anno la sfida in famiglia sarà diversa: polverizzati i 5000 biglietti e paese in fibrillazione per l'arrivo di Cristiano Ronaldo. Previste misure di sicurezza straordinarie
Villar Perosa, il 12 agosto invasione bianconera per Ronaldo: paese blindato per la Juve
Villar Perosa, il 12 agosto invasione bianconera per Ronaldo: paese blindato per la Juve (ANSA)

VILLAR PEROSA - Tutti pazzi per la Juventus, tutti pazzi per Cristiano Ronaldo. Si avvicina il 12 agosto, data in cui i bianconeri si esibiranno nella consueta partita tra «prima squadra» e «primavera», una sfida in famiglia tanto cara alla famiglia Agnelli quanto ai tifosi della Vecchia Signora.

VILLAR PEROSA E CRISTIANO RONALDO - Quest’anno però il vernissage a Villar Perosa ha inevitabilmente un tocco in più rispetto al passato: Cristiano Ronaldo. In pochi un anno fa avrebbero scommesso anche solo un euro sulla presenza dell’asso portoghese alla festa della famiglia bianconera, eppure è così. I cinquemila biglietti messi a disposizione per il test precampionato sono andati polverizzati in poche ore, l’attesa è spasmodica. In tanti si chiedono se un paese piccolo come Villar Perosa sarà in grado di gestire un’ondata di entusiasmo ancora più calorosa del solito. Probabile infatti che arrivino più persone rispetto a quelle che guarderanno la partita tra Juve A e Juve B.

MISURE DI SICUREZZA - Vista l’eccezionalità dell’evento, il paese ha concordato con la Juventus alcune misure di sicurezza eccezionali. Dalle 22 di venerdì infatti saranno in vigore alcune restrizioni alla viabilità: via Roma, Torino, Palermo, Dante Alighieri, Sandro Pertini e Nazionale saranno chiuse al traffico veicolare. Vietato il parcheggio nel centro abitato, le auto verranno lasciate fuori dal paese, con un servizio di navetta operativo per portare i tifosi all’impianto sportivo. Se l’amichevole farà registrare il tutto esaurito, spicca però l’assenza della parte più calda del tifo bianconero: gli ultras. I gruppi organizzati non parteciperanno alla tradizionale passerella estiva per protestare civilmente contro il caro abbonamenti e il caro biglietti. Per lo stesso motivo gli ultras non si recheranno a Verona, per la prima partita di campionato.

La protesta degli ultras bianconeri

La protesta degli ultras bianconeri (© Facebook)