10 dicembre 2018
Aggiornato 11:00

Inseguito da corso Potenza fino in corso Trapani a 120 km/h, «bruciati» 21 punti in pochi minuti

Il proprietario della Citroen C4 inseguito nella notte dalla polizia municipale dovrà sostenere nuovamente l'esame di scuola guida per poter tornare al volante. Stessa cosa per una ragazza fermata su un'auto con cilindrata superiore a una neopatentata
Polizia municipale
Polizia municipale ()

TORINO - In pochi minuti ha perso tutti i punti della patente. Anzi, a dir la verità ne ha perso uno in più. Il conducente di una Citroen C4 è stato visto dalla polizia municipale mentre "bruciava" il semaforo rosso in corso Potenza all'angolo con corso Regina Margherita e si è allontanato a una velocità di oltre 120 chilometri orari. Gli agenti si sono messi all'inseguimento ma sono riusciti a fermarlo solo in corso Trapani. All'uomo al volante dell'auto sono state contestate tutta una serie di violazioni per un totale di 21 punti tolti dalla patente. Ora gli toccherà sostenere nuovamente l'esame per poter guidare nuovamente.

PATENTE RITIRATA - Sempre nella notte appena trascorsa, gli agenti della municipale hanno ritirato una patente a una ragazza neopatentata perché fermata alla guida di un veicolo con potenza superiore rispetto a quanto consentito per chi guida da meno di tre anni. La giovane era al volante di una Alfa Romeo Mito che procedeva in corso Vigevano, angolo via Cigna, a luci spente. Inoltre, sia lei che il passeggero sono stati trovati senza cintura allacciata.

70 MULTE NELLA NOTTE - I controlli nella notte sono avvenuti sulle strade dei quartieri Lucento, Barriera di Milano e Aurora. In totale la polizia municipale ha controllato 301 veicoli ed elevato 70 sanzioni, oltre a due sequestri amministrativi per assicurazione scaduta.