17 dicembre 2018
Aggiornato 15:30

«Aggressioni ormai quotidiane ai controllori», il caso arriva in Sala Rossa con la Lega

Il consigliere comunale Fabrizio Ricca ha presentato un’interpellanza a cui risponderà l’assessore Maria Lapietra dopo la pausa estiva. Oggetto sono le aggressioni avvenute nelle ultime settimane
Interpellanza per le troppe aggressioni sui bus
Interpellanza per le troppe aggressioni sui bus (ANSA)

TORINO - E’ cambiata l’amministrazione ma i problemi per i controllori di Gtt sono rimasti sempre gli stessi. Nulla infatti sembra essere cambiato da quando il Consiglio comunale chiedeva all’oggi ex assessore Claudio Lubatti cosa stesse facendo la Giunta Fassino per evitare le continue aggressioni al personale Gtt. Ve ne abbiamo raccontate diverse nelle ultime settimane e proprio da queste è partita un’interpellanza del consigliere comunale della Lega Nord, Fabrizio Ricca, che come in un dejavu chiede alla sindaca Chiara Appendino e all’assessore Maria Lapietra «quali siano le azioni che intendono intraprendere per tutelare la sicurezza dei lavoratori e l’incolumità di tutte le persone che viaggiano sulle linee Gtt e sulla metropolitana per contrastare episodi quotidiani di gravi aggressioni».

Tutto alla luce degli ultimi accadimenti tra cui la doppia aggressione in poche ore il 12 luglio scorso quando due controllori finirono in ospedale, uno dei due con il setto nasale rosso.

La risposta della Giunta Appendino arriverà dopo la pausa estiva del Consiglio comunale. La prima seduta è prevista per il 10 settembre alle ore 14 e quella potrebbe essere l’occasione per sentire le risposte dell’assessore Lapietra che, da quando si è insediata, ha già rivoluzionato parecchio il trasporto pubblico, in primis con la nuova tariffazione e l’addio ai biglietti cartacei.