10 dicembre 2018
Aggiornato 12:00

Maxi controllo a Porta Nuova: 50 poliziotti impegnati, identificate 158 persone

Denunciato un nomade, daspo urbano per un uomo: controllati i bagagli, la metropolitana e la zona dei portici di via Sacchi e via Nizza
I controlli a Porta Nuova
I controlli a Porta Nuova (Questura)

TORINO - Giornata di controlli nelle principali stazioni nazionali d’Italia: anche a Porta Nuova, nella giornata di giovedì 9 agosto, si è svolta la «summer clean station», un’operazione ad alto impatto della polizia di stato nella stazione ferroviaria e nelle zone adiacenti.

SUMMER CLEAN STATION - Circa 50 poliziotti, in divisa e in borghese, con il supporto delle unità cinofile e di tecnologie all’avanguardia, hanno identificato ben 158 persone di cui 51 extracomunitari e 10 comunitari: le operazioni hanno portato a un allontanamento in base alla recente normativa sul «daspo urbano», mentre un sedicente cittadino della Bosnia Erzegovina del campo nomadi di Strada Aeroporto è stato denunciato perché non ottemperante a recente ordine del Questore di lasciare il Territorio Nazionale ed un cittadino nigeriano è stato accompagnato negli Uffici Polfer per essere meglio identificato. I poliziotti hanno controllato i bagagli ma non solo, anche le zone limitrofe come i portici di via Nizza, via Sacchi e piazza Carlo Felice. Prosegue la vigilanza della Polizia di Stato, anche con servizi straordinari, delle stazioni ed aree adiacenti oltre che a bordo treno, visto l’incremento del flusso di viaggiatori in partenza per le località di villeggiatura ed i numerosi turisti che raggiungono le città di arte e svago al fine di contrastare ogni forma di illegalità ed abusivismo inibenti la libera fruibilità del trasporto ferroviario ed innalzare negli utenti del servizio ferroviario la soglia della sicurezza percepita,  grazie ad una presenza visibile, tangibile ed efficace a livello operativo degli operatori di Polizia.