21 agosto 2018
Aggiornato 06:00

Dalle uova agli Europei: Daisy Osakue quinta nella finale del lancio del disco

L’atleta colpita dalle uova a Moncalieri chiude in quinta posizione: «E’ un trampolino di lancio, un punto di partenza»
Dalle uova agli Europei: Daisy Osakue quinta nella finale del lancio del disco
Dalle uova agli Europei: Daisy Osakue quinta nella finale del lancio del disco (ANSA)

MONCALIERI - Ha chiuso con il sorriso Daisy Osakue, arrivata quinta nella finale del lancio del disco donne ai campionati europei di Berlino. L’atleta azzurra di Moncalieri, solo un paio di settimane fa era stata vittima di un lancio di uova che l’aveva colpita in un occhio: una vicenda che aveva fatto scalpore e diviso il paese, tra chi vedeva nel gesto l’aggravante razzista e chi no.

LA GARA DI DAISY OSAKUE - Quel che è certo è che Daisy è stata più forte delle avversità, si è curata ed è tornata a gareggiare in quello sport che tanto ama. Non è arrivata la medaglia, è vero, ma l’atleta di origini nigeriane ha comunque vinto la «sua» gara. Daisy spera infatti che gli europei di Berlino e la finale possano essere il trampolino di lancio per imprese future. Essere tra le prime otto d’Europa è motivo d’orgoglio, soprattutto per una ragazza che fino a qualche giorno prima della gara non aveva nemmeno la certezza di partecipare: l’ok dei medici, il via libera, è arrivato solo all’ultimo momento. La misura raggiunta da Daisy Osakue con il suo miglior lancio è di 59,32 metri, contro i 67,62 di Sandra Perkovic, prima classificata, e i 62,46 di Shanice Craft, atleta tedesca arrivata terza.