21 novembre 2018
Aggiornato 13:30

Orrore in vacanza, 15enne torinese stuprata in tenda: fermato un richiedente asilo del Gambia

L’uomo, un 22enne, nega tutto e si rende disponibile al prelievo di campioni biologici: ricercato un complice
Orrore in vacanza, 15enne torinese stuprata in tenda: fermato un richiedente asilo del Gambia
Orrore in vacanza, 15enne torinese stuprata in tenda: fermato un richiedente asilo del Gambia (ANSA)

TORINO - E’ una vera e propria storia dell’orrore quella che Chiara (nome di fantasia), 15enne torinese, ha raccontato ai carabinieri: la ragazza ha riferito di esser stata aggredita e stuprata in spiaggia da due uomini a Torre dell’Orso, dove si trovava in vacanza. L’episodio sconvolgente è successo durante la notte di San Lorenzo. 

LA VIOLENZA NELLA PINETA - La ragazzina minorenne si è svegliata solo la mattina dopo, intorno alle 05:00, in una tenda da campeggio, mentre famiglia e amici vivevano ore di apprensione e la cercavano ovunque. Immediata la denuncia ai carabinieri che, dopo approfondite ricerche, hanno fermato un uomo: si tratta di un 22enne richiedente asilo del Gambia, denunciato per violenza sessuale. Il presunto aggressore ha da subito rigettato ogni accusa, dichiarandosi disponibile al prelievo di campioni biologici. Esami effettuati, che faranno chiarezza su una storia che, se confermata, sarebbe orripilante. La giovane intanto è stata curata in ospedale, già dimessa ed è con i propri famigliari. Cos’è successo quella notte? La ragazzina aveva bevuto un bicchiere di troppo, questo è stato accertato ma nella pineta adiacente a una delle spiagge turistiche più rinomate potrebbe essersi verificato un episodio di una gravità inaudita. Sono in corso ulteriori indagini per trovare il presunto complice del richiedente asilo fermato: sul caso indaga la Procura di Lecce.