20 settembre 2018
Aggiornato 00:00

Rubano la carrozzina al papà, appello su Facebook e solidarietà dei «vicini» di casa

Un gesto bellissimo che ha avvicinato in qualche modo i residenti del quartiere Vallette. A donare la sedia a rotelle è stata una parrucchiera che ha il negozio in viale dei Mughetti
I post e la carrozzina regalata al papà di Daniela
I post e la carrozzina regalata al papà di Daniela (Facebook)

TORINO - Fortunatamente anche in una città grande come Torino esistono gesti di solidarietà che fanno ricordare che prima di tutto siamo una comunità, anche se non tutti ci conosciamo (e come potrebbe essere possibile?). Un bell'esempio arriva dal quartiere Vallette dove qualche giorno fa in uno stabile in via Sansovino hanno rubato una sedie a rotelle di un pensionato di 87 anni. Questa senza problemi e da tempo veniva lasciata nell'androne del palazzo senza che ci fossero mai stati problemi. Almeno fino a quando lunedì scorso qualcuno si è introdotto all'interno e ha rubato la carrozzina.

Un danno enorme per il pensionato che però non ne ha saputo nulla del furto visto che la figlia Daniela, conosciuta da molti nel quartiere per la pasticceria di famiglia in largo Toscana, non ha detto nulla al padre per non turbarlo. Si è invece rivolta ai suoi "vicini" sfruttando un gruppo delle Vallette su Facebook, raccontando quello che era successo e chiedendo una mano. E il risultato è stato più dolce di quel che potesse mai aspettarsi.

Nel giro di pochi giorni Daniela è stata contattata da Rita, un'altra residente della zona che gestisce il negozio "Total Look" di viale dei Mughetti. Aveva una carrozzina in casa da quattro anni, da quando era scomparsa la nonna. Ha deciso di regalarla a Daniela, in modo tale che il suo papà potesse averne nuovamente una. Un gesto meraviglioso che la stessa Daniela ha voluto evidenziare nello stesso gruppo Facebook in cui aveva parlato del furto.

"Ringrazio di cuore Total Look di viale dei Mughetti 5 di avermela donata" scrive Daniela, "chiedo a tutti voi di sorridere sempre anche quando le cose sembrano fortemente ingiuste. Mi auguro che la sedia che è stata rubata sia finita a chi purtroppo non poteva comprasela e che se mi incontri fammi un sorriso non chiedo altro. Grazie infinite a tutti".