20 novembre 2018
Aggiornato 23:00

Blitz a Porta Palazzo e Barattolo: sequestrati telefoni rubati, borse e capi d’abbigliamento falsi

Per un ambulante multa da 5.000 euro, mentre un altro è scappato a gambe levate non appena ha visto gli agenti: i controlli sono stati effettuati dagli agenti del comando di Porta Palazzo
Blitz a Porta Palazzo e Barattolo: sequestrati telefoni rubati, borse e capi d’abbigliamento falsi
Blitz a Porta Palazzo e Barattolo: sequestrati telefoni rubati, borse e capi d’abbigliamento falsi (Polizia Municipale)

TORINO - Borse, capi d’abbigliamento e profumi contraffatti. Tablet e cellulari di dubbia provenienza: giornata di sequestri a Porta Palazzo e a Barattolo, il mercato di libero scambio in zona via Arneis. I controlli effettuati dagli agenti della polizia municipale hanno permesso di sequestrare il materiale e di applicare sanzioni ai venditori ambulanti sorpresi con la merce abusiva o contraffatta.

BLITZ A PORTA PALAZZO - A Porta Palazzo gli agenti del medesimo comando hanno effettuato i controlli tra i banchi del mercato e posto sotto sequestro amministrativo un intero banco di vendita di giocattoli e abbigliamento da bambino per un totale di 1417 pezzi. L’ambulante, un marocchino, era infatti privo di concessione del suolo pubblico e pertanto ha ricevuto una multa pari a 5.000 euro.

BLITZ A BARATTOLO - Sempre ieri, gli stessi Agenti, all'interno del mercato del libero scambio denominato Barattolo, in zona via Andreis, hanno effettuato un sequestro giudiziario a carico di persona rimasta ignota, in quanto datasi alla fuga per sottrarsi all'identificazione, poiché poneva in vendita profumi, magliette e scarpe riportanti marchi contraffatti. La merce "tarocca" sequestrata:17 profumi Prada, Chanel, Versace altre marche, 14 paia di scarpe Nike, Adidas e 22 magliette Armani, Gucci, Tommy Hilfinger e altre marche.Altri due sequestri amministrativi hanno riguardato due cittadini liberiani e un beninese per vendita abusiva di telefonini e tablet e per ultimo venivano recuperati, poco distante, 120 capi di abbigliamento, ugualmente con marchi contraffatti.