20 settembre 2018
Aggiornato 00:00

«Quello non è il mio posto» e aggredisce assistente di volo: tensione sulla Lamezia-Torino

Il volo Blue Air è partito dalla Calabria ed è arrivato in ritardo a causa di un passeggero violento «rimasto a terra»
«Quello non è il mio posto» e aggredisce assistente di volo: tensione sulla Lamezia-Torino
«Quello non è il mio posto» e aggredisce assistente di volo: tensione sulla Lamezia-Torino (ANSA)

TORINO - Non è stato un volo dei più tranquilli quello vissuto da decine di passeggeri partiti da Lamezia Terme in direzione Torino con la compagnia Blue Air. Uno dei passeggeri ha letteralmente «dato di matto» aggredendo un assistente di volo a causa di un errore nell’assegnazione del posto. Un motivo apparentemente futile, capace però di mandare su tutte le furie l’uomo: il comandante ha pertanto deciso di lasciarlo direttamente a terra, dopo lunghi attimi di tensione.

LO SCAMBIO DI POSTO - Tutto è nato quando il signore, insieme alla moglie, si è diretto verso il suo posto presso la fila numero 1. Peccato che la fila numero uno gli fosse stata assegnata per errore, essendo inesistente: per questo motivo l’uomo si è seduto sulla prima fila disponibile, la due, ma essendo il posto occupato, l’assistente di volo gliene ha trovato un altro libero. Un’idea che non è piaciuta all’iracondo passeggero, che ha aggredito il dipendente dell’aeroporto. Sull’aereo è intervenuta la polizia, che ha allontanato l’uomo e la moglie. Solo a quel punto, con mezz’ora di ritardo, il volo è ripartito in direzione Torino.