22 settembre 2018
Aggiornato 17:00

«Sto male» e va in ospedale: salvato uomo con involucri di metanfetamina nello stomaco

L’uomo, un cittadino nigeriano di 41 anni, è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente
«Sto male» e va in ospedale: salvato uomo con involucri di metanfetamina nello stomaco
«Sto male» e va in ospedale: salvato uomo con involucri di metanfetamina nello stomaco (Mihai Bursuc)

TORINO - Un cittadino nigeriano di 41 anni è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente. Una notizia non così straordinaria, se non fosse che la droga fosse detenuta nello stomaco e nell’intestino dell’uomo, salvato dai medici del San Giovanni Bosco.

SALVATAGGIO E ARRESTO - E’ stato lo stesso 41enne a recarsi al pronto soccorso ammettendo: «Ho ingoiato dosi di cocaina». Il personale del presidio ospedaliero ha quindi sottoposto ad accertamenti radiologici il paziente. Gli accertamenti hanno evidenziato come nel piccolo intestino e nello stomaco vi fossero effettivamente corpi estranei piuttosto grandi, ma non cocaina come detto dall’uomo: l’uomo è stato trovato con quattro grandi involucri di metanfetamina, per un totale di quasi 60 grammi. Dopo esser stato salvato dai medici, in quanto la rottura di uno di quegli involucri lo avrebbe ucciso, il 41enne è stato arrestato.