21 novembre 2018
Aggiornato 19:00

Marciapiedi groviera, la rabbia dei Cittadini della Circoscrizione 5: «Appendino risarcisca i feriti»

I marciapiedi dissestati o rotti sono più di 300, ogni giorno qualcuno si fa male. I Cittadini della Circoscrizione 5 puntano il dito contro il taglio dei fondi per la manutenzione stradale
Marciapiedi groviera, la rabbia dei Cittadini della Circoscrizione 5: «Appendino risarcisca i feriti»
Marciapiedi groviera, la rabbia dei Cittadini della Circoscrizione 5: «Appendino risarcisca i feriti» (Cittadini della Circoscrizione 5)

TORINO - Marciapiedi rotti o dissestati, la cui cura è sempre più difficile a causa del taglio dei fondi di manutenzione. E’ per questo motivo che tra i Cittadini della Circoscrizione 5, monta la rabbia: «Il taglio di fondi è inaccettabile, tanti cittadini si sono fatti male. Chiederemo i danni ad Appendino».

IL GRUPPO DI CITTADINI CONTRO APPENDINO - L’idea del gruppo è quella di raccogliere le segnalazioni e fare una mappatura dei marciapiedi dissestati. Il dito è puntato contro la sindaca: «Il taglio dei finanziamenti del Comune di Torino per la manutenzione ordinaria, da 5 milioni e 200 mila euro del 2005 in vista delle Olimpiadi invernali a poco meno di 850 mila euro di quest’anno, è una decisione assurda. I marciapiedi dissestati sono, infatti, oltre 300 e migliaia i cittadini che hanno subito danni a causa di questi pericoli». L’invito, come detto, è quello di chiedere al Comune un risarcimento. «La sicurezza deve essere garantita anche in assenza dei grandi eventi sportivi». Lo riferiscono, in una nota, Paolo Biccari, Marco Paganelli e Matteo Guardia responsabili del gruppo «Cittadini della Circoscrizione 5 Torino», realtà che conta un migliaio di aderenti sul territorio.