20 novembre 2018
Aggiornato 16:30

Dossier del Comune sulla sicurezza delle infrastrutture in città, l'assessora: «Non ci sono rischi»

Nelle ultime ore si era vociferato che alcune infrastrutture cittadine sarebbero pericolanti. A fare chiarezza ci ha pensato l'assessora ai Trasporti Maria Lapietra che oggi ha ultimato e inviato il dossier sulla situazione delle strutture in città al Ministero
Passerella olimpica
Passerella olimpica (MuseoTorino)

TORINO - Dal crollo del ponte di Genova, ogni città italiana si è interrogata su quali strutture possano essere a rischio. Nelle ultime ore son circolate voci contrastanti per alcune costruzioni torinesi, tra cui la passerella olimpica a Lingotto, mettendo in allarme i torinesi. A stemperare gli animi però ci ha pensato l'assessora ai Trasporti Maria Lapietra che ha chiarito la situazione: "Non ci sono rischi, né per la passerella olimpica, su cui si è creato un falso allarmismo, né per le altre infrastrutture", conferma, "non c'è alcun allarme. Nel 2016 è stato fatto un passo avanti con la supervisione di tutte le opere pubbliche da parte dei servizi tecnici comunali".

L'assessora ha poi aggiunto che "è responsabilità dell'amministrazione pubblica conoscere lo stato di salute delle infrastrutture e sapere quante risorse siano necessarie alla loro manutenzione".

DOSSIER - Oggi l'amministrazione ha inviato il dossier sulla situazione delle strutture in città. Insieme agli altri dossier sarà possibile per il Ministero mappare la condizione di tutte le infrastrutture e stilare un elenco di interventi prioritari per i casi più gravi e le opere pericolanti». Il Comune intanto prosegue nel monitoraggio delle proprie infrastrutture che comunque, ribadisce l’assessora, «non destano allarme».