21 novembre 2018
Aggiornato 18:30

Cala il numero di iscritti al test di Medicina e Odontoiatria, ci "prova" anche un 64enne

Non solo giovanissimi al test d'ingresso delle facoltà di Medicina e Odontoiatria dell'Università di Torino. Rispetto all'anno scorso si è registrato un lievissimo calo
Campus Universitario
Campus Universitario ()

TORINO - L'estate ormai sta finendo e le "vacanze" scolastiche di chi solo tre mesi fa aveva dato la maturità stanno per esaurirsi. Anzi, per qualcuno sono già terminate da qualche settimana, in tempo per studiare ancora e ripassare per affrontare i test per entrare nelle facoltà di Medicina e Odontoiatria che per quasi 3mila aspiranti dottori si sono svolti ieri tra Palazzo Nuovo, Campus e Palazzina Einaudi. Un numero in calo visto che, per essere precisi, ieri erano in 2.975 mentre un anno fa 3.038. Poca differenza visto che i posti disponibili sono 380 per Medicina e 44 per Odontoiatria.

AL TEST UN 64ENNE - Non solo giovanissimi ai test per entrare nelle due facoltà. Sicuramente l'anno più numeroso è il 1999, cioè quello in cui sono nati gli ultimi diplomati. Ma c'erano anche tante altre tipologie di persone, tra chi lo provava per l'ennesima volta, chi seppur lavorando già ha voluto tentare l'ingresso a Medicina o chi ha voluto provare a realizzare il proprio sogno, come è successo con un candidato di 64 anni. E' ancora presto però per dire se ce l'ha fatta.

MEDICINE AND SURGERY - Se nelle facoltà classiche di Medicina e Odontoiatria si è registrato un seppur minimo calo di iscrizioni, stessa cosa non si può dire per «Medicine and Surgery», il corso di laurea interamente in lingua inglese. Per l'anno universitario 2017/2018 si erano iscritti in 683 al test d'ingresso, quest'anno il numero dei candidati è arrivato a 777. In questo caso il test sarà il 14 settembre.