22 settembre 2018
Aggiornato 16:30

Droga, violenza e covo di pregiudicati: la polizia chiude 7 bar e caffetterie a Torino

Panetti di hashish sotto i tavolini del bar, divieti non rispettati e frequentazioni a dir poco sospette: chiusura immediata e licenza sospesa per sette locali torinesi
Droga e violenza e covo di pregiudicati: la polizia chiude 7 bar e caffetterie a Torino
Droga e violenza e covo di pregiudicati: la polizia chiude 7 bar e caffetterie a Torino (Questura)

TORINO - Chiusura immediata del locale e licenza sospesa per 15 giorni: è questo il provvedimento che il Questore di Torino, Francesco Messina, ha emesso nei confronti di sette esercizi commerciali torinesi controllati nel mese di agosto. Bar e sale slot i locali colpiti, in diverse zone di Torino. Al loro interno, tra divieti non rispettati, panetti di hashish sotto i tavolini, comportamenti violenti e ritrovo di pregiudicati, c’era davvero poco a norma.

CONTROLLO IN BARRIERA DI MILANO - Nel pomeriggio del 21 agosto, gli agenti del Commissariato «Barriera Milano», coadiuvati da personale del Reparto Prevenzione Crimine, nucleo Cinofili e personale della Polizia Amministrativa e Sociale, hanno effettuato un controllo straordinario del territorio, ed in quella circostanza, hanno segnalato all’interno del Bar Plaza, di via Ivrea, una significativa presenza di cittadini con precedenti di polizia. Su 8 stranieri identificati 6 erano gravati da precedenti per reati contro la persona, il patrimonio e in materia di stupefacenti. Durante l’ispezione il Nucleo Cinofili ha rinvenuto un panetto di hashish posto sotto un tavolino dove erano appoggiati diversi cittadini stranieri, e pertanto sequestrato a carico di ignoti. Nel mese di luglio, durante le precedenti verifiche, alcuni soggetti avevano provato ad eludere i controlli di polizia, ed il personale operate aveva rinvenuto e sequestrato a carico di un cittadino straniero, poi denunciato per detenzione di stupefacente, diversi blocchetti di hashish posti sotto una pedale all’uscita del locale. Nello stesso quartiere, in Largo Brescia, anche i Carabinieri della Compagnia di Torino Oltre Dora del Nucleo Operativo, giorni a dietro, avevano segnalato alla locale Questura il bar Cafè Noir, oggetto del loro costante monitoraggio, come abituale ritrovo di persone pericolose e dedite ad attività delittuose.

CONTROLLO IN MADONNA DI CAMPAGNA - In via Chiesa della Salute, gli agenti del Commissariato «Madonna di Campagna», in occasione di un controllo straordinario del territorio, coadiuvato da personale del Reparto Prevenzione Crimine, effettuato il 27 agosto sul turno serale, hanno effettuato un ispezione all’interno della Caffetteria via Chiesa. Durante il controllo gli operatori hanno accolto diverse testimonianze circa i comportamenti molesti posti in essere proprio dagli avventori di questo bar, ed in virtù di un’aggressione pregressa, è stata richiesta la sospensione dell’autorizzazione per la somministrazione di cibi e bevande, con la conseguente ed immediata chiusura al pubblico dell’esercizio.

CONTROLLO A IVREA - Gli operatori del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Ivrea hanno indicato, alla Questura di Torino, il Bar Jolly, situato in via XXIV maggio, come luogo di abituale frequentazione di persone pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica. Inoltre, per le stesse motivazioni, personale del Comando Stazione Carabinieri di Moncalieri ha segnalato la Sala Slot Golden Play di via Pastrengo e gli operatori del Comando Stazione di Castellamonte hanno segnalato il Bar 360 Gradi e la Sala VLT, entrambi situati in di via Romana.