22 settembre 2018
Aggiornato 17:30

Dal primo ottobre scatta il nuovo protocollo antismog, ferme migliaia di auto fino a marzo

Il provvedimento è stato firmato a Palazzo Lascaris. Coinvolta non solo la città di Torino, ma anche 33 comuni del Torinese tra cui Rivoli, Orbassano e Venaria. Il divieto rimarrà in vigore fino al 31 marzo
Dal primo ottobre il nuovo divieto
Dal primo ottobre il nuovo divieto (ANSA)

TORINO - Mancano poco più di tre settimane all'entrata in vigore del protocollo antismog firmato a Palazzo Lascaris. Un divieto di circolazione che si aggiunge a quelli esistenti e che tocca i possessori di auto diesel Euro 3 che, dal primo ottobre, non potranno più circolare dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 19. Prima dell'entrata in vigore del protocollo ci saranno altri incontri tra i soggetti coinvolti per fissare alcuni punti tra cui gli orari che potrebbero variare e le deroghe per i mezzi commerciali.

196.000 VEICOLI FERMI - Quanti mezzi privati e commerciali rimarranno fermi dal primo ottobre? I calcoli li ha fatti l'Aci secondo cui sono oltre 196.000 veicoli in tutto il Piemonte non potranno più circolare. Di questi 89.000 sono nel Torinese e 28.000 a Torino città. Sì, anche nel torinese sarà valido lo stop, anche perché al protocollo hanno aderito 33 comuni tra cui San Mauro, Settimo, Borgaro, Venaria, Rivoli, Collegno, Orbassano, Nichelino e Moncalieri.

DIVIETO FINO AL 31 MARZO - Il divieto di circolazione imposto con il protocollo antismog resterà in vigore fino alla primavera, fino al prossimo 31 marzo. Non cambiano invece le regole per i diesel Euro 1 ed Euro 2. Quello che cambierà negli anni invece sarà l'oggetto dello stop alla circolazione: entro il primo ottobre 2020 sarà esteso anche ai diesel Euro 4 ed entro lo stesso periodo del 2025 ai diesel Euro 5.