22 settembre 2018
Aggiornato 16:30

Nubifragio si abbatte sulle Langhe, Alba sommersa d’acqua: «Chiederemo stato di calamitą»

Acqua e fango nelle case, nelle strade, nei garage e anche nei campi. Chiusi i sottopassi, il sindaco chiede lo stato di calamitą
Nubifragio si abbatte sulle Langhe, Alba sommersa d’acqua: «Chiederemo stato di calamitą»
Nubifragio si abbatte sulle Langhe, Alba sommersa d’acqua: «Chiederemo stato di calamitą» (Enrico Franzero)

ALBA - L’acqua è ovunque: nelle strade, nei garage, nelle cantine e nei campi. Sono ore difficilissime quelle vissute dagli abitanti di Alba, nel cuore delle Langhe: nella giornata di ieri, un violento nubifragio si è abbattuto sulla città, mettendola in ginocchio.

ALLUVIONE AD ALBA - Non è la prima volta che capita, anzi. Solo qualche settimana fa scene simili si erano già viste dopo un temporale e i cittadini avevano puntato il dito contro la mancata pulizia dei tombini. La bomba d’acqua caduta ieri ad Alba, soprattutto in zona San Cassiano e Cortemilia, ha portato gli stessi problemi. Maurizio Marello, sindaco di Alba, ha già annunciato di voler chiedere lo stato di calamità in modo tale da poter avere dei fondi per risarcire i privati che hanno subito danni, in alcuni casi anche ingenti. Il fango è ovunque, soprattutto nelle cantine e nei garage di tanti cittadini, ma anche nei campi, nei nocciolati e nei sottopassi. Alcuni sono stati chiusi, in attesa che i vigili del fuoco riescano a riportare la situazione alla normalità.