20 novembre 2018
Aggiornato 16:30

Sicurezza stradale sulla Torino-Savona: ordinato l’abbattimento del ponte «Mollere Sud»

Il ponte però verra abbattuto e rifatto, pezzo per pezzo. I lavori partiranno in autunno, ma i tecnici rassicurano: «Non vi è alcun pericolo»
Torino-Savona, rebus sicurezza autostradale: ordinato l’abbattimento del ponte «Mollere Sud»
Torino-Savona, rebus sicurezza autostradale: ordinato l’abbattimento del ponte «Mollere Sud» (ANSA)

PIEMONTE - Dopo il crollo del ponte Morandi, in tutta Italia l’attenzione per lo stato di ponti, sottopassi e strutture è massima. Nei prossimi mesi, in Piemonte, verrà abbattuto un viadotto molto percorso: il ponte «Mollere Sud» dell’A6, all’altezza di Ceva in provincia di Cuneo. Il viadotto, che si trova sulla Torino-Savona, verrà demolito e ricostruito pezzo per pezzo.

ABBATTIMENTO E RICOSTRUZIONE - Stando a quanto affermato dai tecnici, il «nuovo» ponte sarà realizzato diversamente, con acciaio e calcestruzzo armato: materiali più leggeri. Un’operazione meno costosa e più efficace rispetto ai consueti interventi di manutenzione. I lavori verranno consegnati entro fine settembre e dovrebbero partire già quest’autunno, provocando ovviamente disagi al traffico veicolare che verrà deviato sulla carreggiata a fianco. La demolizione di una struttura sull’A6 non è di certo una cosa così rara, anzi. Nel recente passato infatti erano stati demoliti e ricostruiti due viadotti, il Mondalavia e il Madonna di Galizia Nord.