22 settembre 2018
Aggiornato 16:00

Cantiere Tav attaccato nella notte: bombe e fuochi d’artificio contro le forze dell’ordine

Circa 80 le persone che hanno partecipato all’assalto notturno: sono tutti appartenenti all’area antagonista, tra loro il leader di Askatasuna
Cantiere Tav attaccato nella notte: bombe e fuochi d’artificio contro le forze dell’ordine
Cantiere Tav attaccato nella notte: bombe e fuochi d’artificio contro le forze dell’ordine (ANSA)

CHIOMONTE - Bombe carta, fuochi d’artificio, oggetti contundenti e infiammabili contro il cantiere Tav. E’ stata una serata decisamente movimentata ieri a Chiomonte, dove circa 80 persone appartenenti all’area antagonista hanno assaltato il cantiere Tav «protetto» dalle forze dell’ordine.

L’ASSALTO - Gli antagonisti, soprattutto provenienti da Torino, hanno approfittato dell’oscurità per dare vita a una manifestazione in un luogo non consentito: i manifestanti hanno dato fuoco alle barriere predisposto e hanno bersagliato le forze dell’ordine. Quaranta le persone identificate: tra loro c’è il leader del centro sociale Askatasuna, più volte denunciato per reati analoghi nonchè colpito da Avviso del Questore. Gli identificati verranno deferiti per accensione pericolosa, lancio di artifizi pirotecnici ed esplodenti, danneggiamento nonchè per inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità. I reparti della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri impiegati nell'ambito del servizio predisposto dal Questore, allo scopo di disperdere i facinorosi hanno fatto efficacemente ricorso all'uso dell'idranti ed al lancio di alcuni lacrimogeni.