20 novembre 2018
Aggiornato 17:00

Il distributore dà benzina gratis, gli automobilisti ne approfittano: è caccia ai «furbetti»

Un uomo è stato fermato con taniche piene di carburante per 150 litri, ma in tanti potrebbero essersi approfittati del guasto: indagano i carabinieri
Il distributore dà benzina gratis, gli automobilisti ne approfittano: è caccia ai «furbetti»
Il distributore dà benzina gratis, gli automobilisti ne approfittano: è caccia ai «furbetti» ()

CARIGNANO - Immaginate un distributore che eroga benzina e non vi chiede un euro. Tutto gratis. Segnalereste o vi approfittereste del guasto al sistema d’erogazione? Decine di automobilisti disonesti hanno scelto la seconda opzione. E’ successo al distributore Repsol di Carignano: uno di loro, un cittadino rumeno, è stato sorpreso a Torino con delle taniche piene di carburante, per circa 150 litri. Un bel rifornimento gratuito, non c’è che dire.

CARABINIERI SULLE TRACCE DEI «FURBETTI» - Quel che è certo, è che se è lecito pensare che i furbetti che si sono approfittati del guasto siano tanti, è altrettanto vero che i carabinieri sono sulle loro tracce. Quanti sono gli automobilisti disonesti? E quanto carburante si sono presi, approfittando di un guasto? Non è chiaro se l’errore sia riconducibile a una sola notte o se il problema fosse noto agli automobilisti da tempo. C’è anche chi dice che la benzina potrebbe essere rimasta sempre disponibile nel tubo, nonostante il prelievo degli automobilisti onesti e ignari. Qualcuno se ne sarebbe approfittato. I carabinieri setacceranno le immagini di videosorveglianza delle telecamere del distributore e della zona per ricostruire questa vicenda assurda, a tratti grottesca.