19 novembre 2018
Aggiornato 10:00

Finge un'aggressione per mettere a segno una rapina, momenti di tensione in via Gioberti

A dare l'allarme sono stati altri clienti del locale da cui era uscita la vittima. Il ladro, egiziano di 38 anni, è stato infine tratto in arresto
Polizia in servizio di notte
Polizia in servizio di notte (ANSA)

TORINO - Tentata rapina fuori da un locale di via Gioberti. Un uomo di 38 anni egiziano, intorno all'una di notte, ha chiesto aiuto a un cliente del locale dicendo di essere stato vittima di un'aggressione poco prima e di volersi recare presso un ufficio di polizia per denunciare l'accaduto. L'avventore, seppur scettico, ha accettato di dare un passaggio allo straniero, ma non appena saliti in auto, quest'ultimo ha fatto capire le sue vere intenzioni tentando di rapinare l'automobilista. Ha provato a strappare dalla mani dell'altro una borsa, ma senza riuscirci anche perché la vittima è riuscita a tirare fuori una matita e ferire il malvivente. La reazione di quest'ultimo però è stata violenta e il proprietario della vettura si è ritrovato fuori dal mezzo sull'asfalto.

Per fortuna altri clienti del locale avevano notato cosa stava accadendo e chiamato la polizia. Gli agenti sono giunti il prima possibile sul posto e sono riusciti a fermare l'egiziano, tratto in arresto per tentata rapina.