21 novembre 2018
Aggiornato 12:30

Incubo legionella a Torino: cos’è, come si riconoscono i sintomi e come si cura

Negli ultimi giorni anche a Torino una persona è deceduta a causa della legionella. Ma cos’è questo batterio? Come si riconosce? E soprattutto, come si cura?
Incubo legionella a Torino: cos’è, come si riconoscono i sintomi e come si cura
Incubo legionella a Torino: cos’è, come si riconoscono i sintomi e come si cura (ANSA)

TORINO - La legionella è arrivata a Torino: negli ultimi giorni è stato registrato un caso di legionella, capace di portare al decesso di una donna di 61 anni presso la clinica La Fornaca. Si tratta della sesta persona morta in un mese nel Nord Italia a causa del batterio. Inutile creare allarmisimi, ma è bene tenere alta l’attenzione: cos’è la legionella? Come si riconosce e come si cura? E’ possibile prevenire il contagio? Proviamo a rispondere alle vostre domande.

COS’E’ LA LEGIONELLA - La legionella è un batterio scoperto ufficialmente nell’estate del 1977, dopo aver analizzato una grave epidemia riscontrata nel 1976 su un gruppo di ex soldati americani dell’American Legion. Fino ad ora sono state identificate 50 specie e 71 sierotipi. La più pericolosa è la pneumophila, un batterio potenzialmente mortale. Vive «in acqua» a temperature alte, comprese tra 20 e 45 gradi. Il periodo di incubazione varia tra i 2 e i 10 giorni.

COME SI RICONOSCE LA LEGIONELLA, I SINTOMI - La legionella non è facilmente riconoscibile in quanto presenta sintomi simili a quelli della polmonite: parliamo di tosse e febbre. Ecco perché, visto che in alcuni casi è possibile che siano presenti anche diarrea e spossatezza, è utile effettuare un test delle urine e del sangue.

COME AVVIENE IL CONTAGIO DELLA LEGIONELLA - Il serbatoio naturale della legionella è la natura, l’ambiente. Il batterio, come detto, è presente nell’acqua. In città può vivere in ambienti come le condotte, le tubature, le fontane e le piscine. Ecco perché è possibile contrarre la legionella tramite aspirazione di acqua o aria contaminata (acqua nebulizzata). E’ più facile contrarlo in ambienti collettivi, mentre non vi è una «stagionalità» del batterio. Il contagio avviene tramite inalazione di aerosol contenente legionella o di particelle derivate per essiccamento.

COME SI CURA LA LEGIONELLA - La legionella si cura tramite degli antibiotici attivi contro il batterio. Nella maggior parte dei casi la cura è efficace, soprattutto se somministrata per tempo.