25 settembre 2018
Aggiornato 16:39

Controlli e rischio chiusura per il «bordello» delle sexydolls, le parole della responsabile

Virginia Giolito è la responsabile di Lumidolls Italia. Ci conferma il controllo della polizia municipale ma al contempo dice di aver fatto tutto come legge prevedeva. Però potrebbe mancare un'autorizzazione fondamentale
Lumidolls
Lumidolls (ANSA)

TORINO - Le tante parole spese, le critiche e, in ultimo, i controlli della polizia municipale non scalfiscono la sicurezza di chi gestisce la nuova attività. "Siamo in regola, abbiamo rispettato la legge", ci dice Virginia Giolito (pseudonimo), la responsabile di Lumidolls Italia: "In questo momento la polizia municipale sta controllando le autorizzazioni, ma noi abbiamo fatto tutto quello che serviva prima di aprire. Come si immagina aprire un'attività del genere non è semplice e quindi siamo stati attenti a ogni cosa".

Quello che invece ci conferma la polizia municipale è il controllo e, per il momento, proprio la mancanza di quel documento che permette di affittare le camere visto che, nei fatti, chi prenota la bambola per avere un rapporto sessuale contemporaneamente entra in possesso per minimo una mezz'oretta anche di una stanza. Come in albergo. "Se manca qualche foglio non è una cosa voluta", di dice ancora Virginia che non pare preoccupata dei controlli, "probabilmente la municipale è stata chiamata da qualcuno nel quartiere, ma al momento non ci sono stati né verbali né contestazioni".

Qualcosa di più se ne saprà in serata o comunque quando gli agenti avranno finito i controlli. A quel punto per la "casa delle bambole" potrebbero scattare i sigilli in attesa che vengano chieste e ottenute le autorizzazioni. E proprio in questo lasso di tempo, sempre che le cose vadano male per Lumidolls, potrebbe avvenire quello che in molti chiedono da giorni: negare le autorizzazioni e far chiudere questa attività che, per il momento, sta avendo un grande successo, prova ne è il fatto che è tutto prenotato fino a dicembre.

Sul capitolo igiene, visto il contemporaneo controllo degli ispettori dell'Asl, la responsabile di Lumidolls Italia ci tiene a spiegare come funziona: "Tutte le bambole sono sterilizzate, c'è un procedimento complesso che dura due ore per l'igienizzazione totale. A compierlo è un esperto che ha fatto un corso di formazione e che fa in modo che tra un cliente e l'altro ci sia il tempo necessario per igienizzare le sexydolls".