25 settembre 2018
Aggiornato 16:31

«Siamo due t…e»: insulti e oscenità sulla targa in memoria di Giuseppe De Masi

La targa è stata posta in memoria di Giuseppe De Masi, operaio vittima del rogo Thyssenkrupp, cresciuto nella Circoscrizione 5
«Siamo due t…e, leccatemela»: oscenità sulla targa in memoria di Giuseppe De Masi
«Siamo due t…e, leccatemela»: oscenità sulla targa in memoria di Giuseppe De Masi (Libertà e Parola)

TORINO - Non c’è limite alla vergogna. La targa posta ai campetti di via Ponderano dal Comune in onore di Giuseppe De Masi, operaio scomparso nel rogo Thyssenkrupp, è stata coperta di insulti e oscenità. Scritte ovunque, volgarità. «Leccatemela tutti, b……i». E ancora: «Siamo due t…e di m…a». Un episodio sconcertante, soprattutto perché le scritte deturpano una targa che ha lo scopo di ricordare un ragazzo scomparso, cresciuto nella Circoscrizione 5. La segnalazione ci arriva dall’associazione «Libertà di Parola». E’ stato Salvatore Marco Lo Coco, segretario nazionale dell’associazione, a imbattersi nella targa. Duro il commento di Michele Checa, presidente di «Libertà di Parola»: «E’ un atto gravissimo, che va a infangare la memoria di un tragico giorno per la città. Va punito».