21 novembre 2018
Aggiornato 19:00

Cannabis a uso terapeutico coltivata nel vivaio del Comune: la proposta del consigliere

A oggi la produzione si sviluppo soprattutto nel Fiorentino, ma la produzione non sarebbe sufficiente. Ecco perché il consigliere Federico Mensio, del Movimento 5 Stelle, vorrebbe mettere a disposizione gli spazi vuoti del vivaio comunale
Campo di cannabis
Campo di cannabis (Shutterstock.com)

TORINO - Con la nascita e l'apertura dei negozi di "marijuana legale" si sta diffondendo sempre più la cultura, anche tra chi ne era completamente all'oscuro, degli utilizzi della canapa e dell'importanza che ha per tanti prodotti. Tra questi ovviamente c'è anche quello terapeutico e, visti i tanti spazi liberi del vivaio del Comune di Torino, uno dei consiglieri della maggioranza del Movimento 5 Stelle, Federico Mensio, ha proposto di utilizzarli per fare una produzione proprio di cannabis terapeutica.

"Al giorno d'oggi la cannabis terapeutica ha una produzione che è concentrata soprattutto nella zona di Firenze", spiega, "ma quella produzione non è sufficiente, tanto che molti pazienti si vedono costretti a sospendere le terapie». La soluzione si potrebbe trovare sfruttando i molti spazi liberi del vivaio che ha un'estensione di quasi 7 ettari. E farlo non sarebbe nemmeno impossibile: ci vorrebbe però prima l'accordo tra Comune di Torino, Regione Piemonte e ministero della Sanità, poi si dovrebbero realizzare campi adatti e sicuri. A quel punto la produzione potrebbe partire.

Dalle parole si potrebbe passare ai fatti. Il consigliere Mensio dovrebbe riportare la sua idea all'assessore all'Ambiente Alberto Unia e alla sindaca Chiara Appendino. Dal colloqui con i due potrebbe nascere un documento da presentare in Sala Rossa.