22 settembre 2018
Aggiornato 16:00

Stacca due placche antitaccheggio ma ne dimentica una, arrestata con un capo da 549 euro in borsa

In manette una donna di 51 anni per un tentato furto aggravato alla Rinascente di via Lagrange. Ha usato una tronchese per staccare le placche antitaccheggio, ma ne ha dimenticata una ed è suonato l'allarme
Furto alla Rinascente
Furto alla Rinascente ()

TORINO - Arresto alla Rinascente di via Lagrange nel pomeriggio di mercoledì. In manette una donna di 51 anni per il reato di tentato furto aggravato. Si era finta una normale cliente e, dopo aver preso un capo molto costoso, 549 euro, si è recata nei camerini come per provarlo: in realtà ha iniziato a staccare le placche antitaccheggio presenti sul capo di abbigliamento con l’aiuto di una tronchese per le unghie. Peccato per lei però che ne abbia tolte solamente due su tre e così, quando ha oltrepassato le barriere antitaccheggio, l'allarme la ha smascherata.

L'ARRESTO - L'addetto alla sicurezza, che aveva notato già degli strani movimenti nel centro commerciale, ha fermato la donna prima che riuscisse a fuggire. La polizia intervenuta sul posto ha rinvenuto il capo di abbigliamento nella borsa della cinquantunenne che, ha provato inutilmente a giustificarsi, dicendo che si trattava di un capo appena sostituito. Gli accertamenti effettuati non hanno confermato la sua tesi.