20 giugno 2019
Aggiornato 07:30
Foresteria Lingotto

La foresteria Lingotto sarà residenza universitaria: immobile all’asta per 11 milioni

Oltre a questa struttura di quasi 9000 metri quadri di superficie, il Comune ha deciso di mettere all’asta due immobili in piazza Massaua e via Ghedini

TORINO - La Foresteria Lingotto, al quarto piano di via Nizza 230, sarà una residenza universitaria. A deciderlo è il Consiglio Comunale di Torino, che ha approvato una delibera degli assessori Rolando e Giusta che chiedeva di mettere all’asta per 99 anni la proprietà superficiaria sull’immobile, con vincolo di destinazione a residenza universitaria per 30 anni con tariffe calmierate per almeno del 51% dei posti letto. La base d’asta è di 11 milioni di euro, più 200.000 euro per gli arredi. La superficie dell’esercizio è di 8.970 mq. Attualmente l’immobile è in concessione alla Fondazione Ceur fino al 31 maggio 2019.

GLI IMMOBILI IN PIAZZA MASSAUA E VIA GHEDINI - Nella stessa giornata, il Consiglio Comunale ha messo all’asta due immobili siti in piazza Massaua 18 e via Ghedini 2. Per entrambi vige il vincolo di destinazione a residenza temporanea sociale. Il primo immobile, in piazza Massaua 18, con ingresso anche da corso Francia 332, è costituito da un fabbricato a tre piani fuori terra e uno interrato, per una superficie commerciale complessiva di 2.000 mq, e da annessa area cortilizia pertinenziale. Il corrispettivo è di 1 milione e 80mila euro. Il secondo immobile, in via Ghedini 2, (istituto «Cimarosa»), è costituito da un corpo verticale di un piano interrato e sei piani fuori terra per una superficie utile lorda di 4.600 mq ed è dotato di un’area pertinenziale, per un totale di circa 4.880 mq commerciali. Attualmente, nell’edificio opera l’Associazione 360°, con un progetto di sostegno a nuclei familiari che versano in situazioni di grave disagio abitativo. Il corrispettivo è di 1 milione e 470mila euro.