20 febbraio 2019
Aggiornato 05:30
CRONACA

Preservativi gratis alla festa patronale: la chiesa annulla messa e processione

Scontro tra il Comune e la Chiesa. L’origine della diatriba? I preservativi distribuiti gratuitamente
Preservativi gratis alla festa patronale: la chiesa annulla messa e processione
Preservativi gratis alla festa patronale: la chiesa annulla messa e processione

NICHELINO - Parlare di chiesa contro sindaco fa tornare la mente all’eterno conflitto tra Don Camillo e Peppone. Chissà come avrebbe reagito il prete di Brescello se il primo cittadino gli avesse portato dei contraccettivi alla festa patronale del paese. Eppure, tornando ai giorni nostri, è quello che è successo a Nichelino, alla festa patronale di San Matteo. L’origine della diatriba? La distribuzione gratuita, giovedì sera, di preservativi.

CHIESA CONTRO COMUNE - L’iniziativa promossa dal sindaco di Nichelino, Giampiero Tolardo, in collaborazione con l’Asl che ha permesso di distribuire ai partecipanti non solo contraccettivi ma anche un kit di alcool test e materiale informativo in una serata dedicata ai giovani. L’idea non ha però riscontrato il favore della chiesa della Santissima Trinità, che con una durissima nota ufficiale, ha deciso di annullare la messa e la processione previste per domenica: «Preferiamo distinguere il momento religioso, per cui nasce questa festa, dalle altre iniziative in calendario. Non riconoscendoci in un evento che, date le scelte fatte, non ci appartiene, con grande sofferenza siamo, in coscienza, obbligati a proseguire per la nostra strada».