23 marzo 2019
Aggiornato 02:00
CRONACA

Clochard minaccia i passanti con un coltellino: panico in galleria San Federico

Diverse le segnalazioni di cittadini infastiditi e minacciati dal senza tetto. I carabinieri sono intervenuti e hanno riportato la calma
Clochard minaccia i passanti con un coltellino: panico in galleria San Federico
Clochard minaccia i passanti con un coltellino: panico in galleria San Federico Diario di Torino

TORINO - Clochard armato insulta e minaccia i passanti in pieno centro, a Torino. E’ successo ieri sera, poco dopo le 21:00, all’ingresso della Galleria San Federico di via Santa Teresa: diversi passanti hanno affermato di essere stati insultati da un senza tetto che, barcollando e imprecando, li avrebbe minacciati, creando il panico.

L’EPISODIO - Un passante ha chiamato il 112 e l’intervento dei carabinieri è stato immediato: i militari hanno rintracciato il clochard all’ingresso della galleria. Il senza tetto, alla vista dei carabinieri ha iniziato a gridare e li ha insultati, rifiutandosi di alzarsi da terra. Dopo pochi minuti, anche grazie alla professionalità dei militari, il clochard si è calmato. Sono stati gli stessi carabinieri, una volta ricostruita la situazione, a minimizzare sull’accaduto: «Ci ha spiegato di utilizzare il coltellino per tagliare il cibo, probabilmente non ha minacciato nessuno». Un possibile caso di alterazione dunque, ingigantito dalla presenza di una potenziala arma. Nonostante la ritrovata calma, l’uomo è stato denunciato per il possesso del coltello. Sul posto è intervenuta anche un’ambulanza, per accertare lo stato psicofisico del senza tetto e una pattuglia della polizia municipale.

GALLERIA SAN FEDERICO POCO SICURA - Non è la prima volta che nella Galleria San Federico e zone limitrofe avvengono simili episodi. La Galleria infatti, grazie alla capacità di riparare dal vento, viene vista dai senza tetto come un vero e proprio dormitorio. Una situazione nota, che peggiora con l’arrivo dell’inverno. Non è un’esagerazione affermare che vi sono due Gallerie San Federico: una versione diurna, ordinata e tranquilla, e un’altra notturna, dormitorio di senza tetto e decisamente più movimentata. I clochard infatti molto spesso litigano per contendersi una zona più riparata o un posto migliore per chiedere l’elemosina. Qualche settimana fa, era stata la sindaca Chiara Appendino a rivolgere un appello ai torinesi: «Non date l’elemosina ai clochard, ma aiutate le associazioni».

L'ambulanza intervenuta in via Santa Teresa

L'ambulanza intervenuta in via Santa Teresa (© Diario di Torino)